domenica 28 giugno 2009

"PESSIMISTI": TUTTI ZITTI

Dobbiamo sorridere, essere felici - magari abbronzati e con il lifting appena rifatto - non catastrofisti, per niente allarmisti.
I soldi sono pochi? Non fa niente, basta non pensarci troppo. Chi lo fa, e' un pessimista, anzi peggio, uno iettatore.
Il Premier se la prende con i media. Secondo il suo "imparziale tele-parere", gli organi di informazione sprigionerebbero crepuscolarita' ed oscurantismo a iosa, a mo' di una grossa spargisale, su di un impervio percorso ghiacciato.
Il Premier, come spesso accade, e' un po' distratto - certo a lui le "distrazioni" non mancano...
Berlusconi dimentica che tali "presagi nefasti", sono venuti da due autorevoli organi Istituzionali, come la Banca d'Italia, per bocca del suo Governatore Draghi e da Confindustria, con le dichiarazioni non certo ottimistiche del suo Presidente, Emma Marcegaglia.
Per entrambi gli organismi, il futuro non e' per niente roseo, specie nel breve periodo.
Anche in questo caso, ci troviamo dinanzi a "schierati fiancheggiatori" pessimisti, indottrinati da quella stampa anti-berlusconiana, pronta a pugnalare il Premier alle spalle?
Nella vita serve ottimismo, sempre, ci mancherebbe. Ma una cosa e' la solare e positiva componente caratteriale dei singoli, altro e' confutare una realta' cruda, quale l'attuale situazione economica interna ed internazionale.
Se ci sono tanti soldi, perche' il Governo non completa rapidamente la Salerno-Reggiocalabria, iniziando magari a porre la prima pietra del Ponte sullo Stretto?
In quel caso, veramente staremmo tutti zitti.


3 commenti:

Anonimo ha detto...

http://unionesarda.ilsole24ore.com/Articoli/Articolo/131626

Troppo tardi...già c'è la correzione a quanto affermato, già è stata partorita l'ennesima rettifica. A proposito, ma Tremonti dov'è???
Non ci si improvvisa Premier, a meno che l'intendo non sia quello di far da specchio all'inconsistenza culturale e morale di questo bel paese. L'eccentricità, la vanità e la demagogia non sono le basi solide su cui rifondare una nazione.
Si può essere fieri di appartenere alla destra senza necessariamente identificarsi con questa sciagurata casta. Gasparri, La Russa, Borghezio, Maroni,.....più inclini al cabaret che alla vita politica. C'è nostalgia di politici veri....

Pupottina ha detto...

buon fine weekend

^__________^

Anna ha detto...

ciao Angelo, guarda che ho cambiato il link del mio sito per problemi tecnici.

Anna